Qui si fa
comunicazione
per daveeero!

Mi chiamo Emanuele bla bla..
mi occupo di comunicazione strategica per le aziende e bla bla.. attraverso siti web e social network. Tutto chiaro no?!

Emanuele Gurini che comunica. Foto scattata nel 2012.
Questo sono io che comunico (col metodo tradizionale).

Il mio obiettivo

Parliamoci chiaro: portare avanti un’azienda non è per nulla facile, figuriamoci dover badare anche alla sua comunicazione.

È qui che entro in gioco io: diteme che volete dì, a chi lo volete dì e glie lo dimo tutti insieme. Daje!

“La comunicazione è una scienza esatta solo quando riesce bene.”

Bio (quasi breve)

Ciao, sono Emanuele, 30 anni, Porto Recanati, il bronx nelle Marche.

In una città vissuta da 11 etnie diverse (e wikipedia non mente mai), sono sempre stato affascinato dalla comunicazione. Capirete che il dialetto non permette grandi scambi culturali, soprattutto con il più complesso dei gruppi sociali: i benestante medio che d’estate viene al mare qui. Devi fargli intanto credere che siamo una città sicura, e poi devi farlo spendere, perché è su di lui e gente come lui che si basa l’economia di Porto Recanati.

E così è iniziato il mio percorso (burrascoso) alle scuole superiori, tramite la scuola professionale, indirizzo in grafica pubblicitaria.


La mia formazione è proseguita (incredibile) con una laurea (doppiamente incredibile) in Graphic Design all’ABAMC di Macerata. Qui sono stato molto fortunato: nonostante non abbia potuto frequentare il politecnico di Milano, perché se l’istruzione è un diritto di tutti, il conto in banca no, ho incontrato a 30 km da casa dei professori che hanno saputo leggere la mia voglia di imparare. E quindi, computer di terza mano in spalla, ho iniziato a studiare e ed organizzare la comunicazione visiva di eventi d’Arte, sia on-line che off-line. Eccosì dopo 3 anni, la laurea (numero di scommesse favorevoli all’evento: ZERO, manco il mio gatto)

Comunque la mia tesi era davvero bella e se vuoi leggerla la trovi qui sotto:

👉 Leggi la mia tesi di Laurea:
Dalla Ghigliottina al Web. L’evoluzione del pubblico Museale dalla piazza al digitale.


Durante tutto questo percorso e soprattutto nel vuoto temporale in cui ti sputa la fine dell’università, ho avuto molto tempo per chiedermi: come funziona il web su cui lavoro?

Che domanda di merda…insomma se mi fossi chiesto ‘essere o non essere?’ oppure ‘qual è la particella più piccola della materia?’ oppure ‘sempre caro mi fu quest’ermo colle?’ ora sarei Shakespeare, Peter Higgs oppure Carmen Di Pietro (guardatelo 'sto video se ancora non l’hai fatto).

Comunque, siccome ormai laureandomi avevo gettato scompiglio in tutta Porto Recanati, decisi di iscrivermi ad informatica all’Unicam di Camerino. (Di nuovo, perché non Milano, Torino o Bologna? Per gli euri che non c’è, come l’isola). Ed ora sono qui, in mezzo ai nerd e ai cosplayer, a unire conoscenze di informatica all’esperienza maturata nel campo della comunicazione visiva: parto dal messaggio che voglio inviare (o che vogliono inviare quelli che mi ingaggiano) e curo la divulgazione del prodotto tramite vari canali, soprattutto siti web.

Perché un blog?

Va bè Emanuè, ma perché ci stai raccontano ‘ste cose? Perché ho imparato all’estero il lavoro in team, che purtroppo in Italia è sottovalutato se non bisfrattato, quindi io ci provo a creare questo spazio virtuale per condividere le cose che apprendo e per imparare. Spero vogliate far parte del branco dei vagabondi del web! Eccomunque, il blog sarà presto on-line.

Con chi collaboro

Mi stai dicendo
che vorresti lavorare con me?
Matto!

Premi qui e copia la mail


emanuele.gurini89@gmail.com